60 giorni in più.

È il tempo concesso dall’Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, a chi intende chiedere o rinnovare il Bonus luce e/o il Bonus gas.

Si tratta di due incentivi sociali finalizzati a far risparmiare sulle spese delle bollette le famiglie che vivono in condizioni di disagio economico e/o fisico e le famiglie numerose.

I due mesi di proroga sono stati concessi proprio in considerazione del disagio e delle ristrettezze economiche attualmente causati dall’epidemia del Coronavirus.

Fermo restando il principio secondo il quale per accedervi bisogna avere determinati requisiti: ISEE entro 8.265,00 euro, più di 3 figli a carico con un ISEE familiare fino a 20.000,00 euro o gravi situazioni che rendono il costo delle bollette insostenibile.

Prorogando le scadenze del Bonus Sociale, l’Autorità ha deciso di agevolare ancor più chi si trova in queste condizioni particolari e sta trascorrendo la maggior parte del tempo a casa essendo impossibilitato a uscire per ragioni logistiche o proprio nel rispetto delle prescrizioni governative.

La proroga, dunque, consente ai consumatori che avrebbero dovuto farlo tra il 1 marzo e il 30 aprile 2020, di rinnovare e richiedere il bonus nei 60 giorni successivi ma assicura, comunque, la prosecuzione delle garanzie previste, con effetto retroattivo a partire dalla data di scadenza originaria.

Per leggere il comunicato stampa dell’Arera CLICCA QUI